Vai al contenuto
Home » Blog » La Nazionale non vedenti ospite del Prato Calcio a 5

La Nazionale non vedenti ospite del Prato Calcio a 5

Al Palazzetto dello sport di Maliseti azzurri protagonisti dell’evento “Sport e cecità, guardare il mondo da un punto di osservazione diverso”.
Dimostrare quanto la diversità sia lo spunto vincente per arricchirsi e pensare. Questo il messaggio lanciato dal Prato Calcio a 5 che venerdì 23 febbraio ha ospitato la Nazionale italiana di Calcio a 5 B1. All’evento, organizzato dal nostro Tecnico Giovanni Avallone, che è coordinatore e responsabile dei progetti speciali, sociali, scolastici e sportivi della società toscana, hanno partecipato il CT dell’Italia Michele Pugliese, il collaboratore tecnico Massimiliano Salvatore, e gli atleti Andrea Chellini, Giacomo Cerri, Antonino Martorana, Francesco Cavallotto, Paul Iyobo, Damiano Giunta, Nicola Mauro, Iacopo Lilli e Valerio Arancio Febbo.

La serata è iniziata con una dimostrazione pratica di calcio a 5 non vedenti ed è proseguita con la proiezione delle migliori immagini del Mondiale di Birmingham 2023, dove alla prima partecipazione gli azzurri si sono piazzati tra le prime otto squadre al mondo, mancando per pochissimo la qualificazione alle Paralimpiadi di Parigi 2024. Poi ci sono stati piccoli racconti di vita di tutti i presenti. Il portiere Cerri, arrivato dal professionismo, ha parlato della sua prima emozionante avventura nel Calcio B1. Lilli della sua professione di insegnante, Cavvallotto del suo dividersi tra il calcio e gli studi universitari, Mauro della nascita della nuova squadra di Calcio B1 in Toscana, il Quarto Tempo, Iyobo della sua carriera da bomber. Giunta e Martorana della loro passione per il pallone e la musica, Febbo dell’amore per lo sport (oltre al calcio pratica il judo).

Infine, c’è stata l’esibizione di un altro giocatore dell’Italia, Antonino Martorana, musicista di fama nazionale che ha fatto suo il messaggio del grande maestro Ezio Bosso: “La musica è come la vita, si può fare in un solo modo: insieme”, dimostrando come la passione vitale per la musica non si ferma davanti a nulla, nemmeno alla cecità. Il Presidente della Fispic, Sandro Di Girolamo e il Consiglio Federale ringraziano il Prato Calcio a 5 e il Tecnico Giovanni Avallone per l’ospitalità e per aver organizzato una bellissima manifestazione.

Skip to content